Consigli per un viaggio fai da te

Viaggio fai da te

L’organizzazione di un viaggio fai da te per molti è sinonimo di incubo. Dove dormire, quando prenotare il volo, che itinerario seguire, cosa fare, dove mangiare… queste e molte altre sono le domande che in molti mi hanno fatto ogni volta che racconto delle tre settimane in Giappone, del viaggio in Nepal, del giro della Turchia in bus, e del più recente viaggio organizzato in autonomia in Cina.
Ecco, da qualche tempo avevo in mente di scrivere quelli che per me sono dei piccoli trucchetti per organizzare un viaggio. Oggi partiamo dalle basi: oltre a consigli su come/quando prenotare un volo e una sistemazione, ci sono altre cose da considerare prima di partire a cui spesso non si presta attenzione, ma che possono rovinare un viaggio. Due su tutte: il passaporto scaduto o la mancanza del visto e la mancanza di un’assicurazione di viaggio in caso di imprevisto. Pronti? Partiamo!

CERCARE UN VOLO: IN ALCUNI GIORNI È MEGLIO!
Chi mi conosce bene lo sa: uno dei miei passatempi preferiti è cercare voli sui motori di ricerca che comparano voli di diverse compagnie aeree, trovando l’offerta migliore (lo so, ognuno ha i passatempi che si merita ah ah).
Quando penso a un posto che vorrei visitare cerco su kayak o skyscanner i voli in base alle date delle mie vacanze, calibrando sapientemente i giorni di partenza e rientro. Sembra una banalità, ma essere flessibili nelle date di partenza e arrivo sicuramente aiuta a risparmiare sul prezzo finale del biglietto. Qualche esempio? Viaggiare il venerdì e la domenica costa sicuramente di più che volare durante la settimana, e sarebbe meglio evitate i periodi di feste nazionali importanti, quando tutti si muovono.
Un altro accorgimento è guardare, sempre tramite i motori di ricerca, quale è il periodo dell’anno in cui il volo costa meno e cercare di organizzarsi in quel periodo. Occhio però alla meta che si sceglie: può essere che il volo costi poco perché le condizioni climatiche siano avverse in quel periodo.
Infine fate attenzione al momento in cui comprate il biglietto: il weekend solitamente i prezzi sono più alti, così come la mattina. Diverse ricerche segnalano che i giorni migliori per comprare un biglietto aereo sono il mercoledì e il giovedì.

I LOVE NEWSLETTER
Un altro trucchetto è quello di iscriversi a tutte le newsletter delle compagnie aeree in modo da essere i primi a sapere di offerte e prezzi vantaggiosi. Avrete la mail un po’ intasata dalle offerte, ma quando riuscirete a prenotare il volo per la meta dei vostri sogni ad un prezzo scontato ne sarà sicuramente valsa la pena! Grazie a queste offerte la prima volta che siamo andati a NY abbiamo volato con 340 euro a/r!

OCCHIO AI COOKIES
E non mi riferisco ai buonissimi biscotti con gocce di cioccolato, ma a quel codice che tiene traccia di tutte le attività che fate online. Per intenderci è quel messaggio che compare quando si entra in un sito: vi verrà chiesta autorizzazione e verrà tenuta memoria delle ricerche/attività che farete su quel sito. Questo permette alle compagnie aeree di sapere quali ricerche state facendo e, se tornerete sul sito, potrebbero aumentare il prezzo dei biglietti. Per evitare questo la soluzione è molto semplice: eliminare i cookie e la cronologia di navigazione sul vostro browser se state tornando ad acquistare un biglietto dopo aver fatto una ricerca iniziale.

VISTO? SI GRAZIE!
Una volta trovato il volo che vi interessa, controllate sul sito dell’ambasciata o nei forum di viaggio se vi serve un visto per entrare nel Paese che avete scelto. A questo punto calcolate i tempi: alcuni visti sono molto semplici da ottenere e si possono addirittura fare online o direttamente all’aeroporto quando si arriva. Per altri, invece, è necessario andare in ambasciata o in un ufficio dedicato ai visti, compilare un modulo, portare delle foto, l’itinerario del viaggio e lasciare il passaporto per passarlo a ritirare dopo qualche giorno quando il visto sarà pronto. Questo è quello che si deve fare ad esempio per ottenere il visto per la Cina. Alcuni visti sono molto economici, altri sono piuttosto dispendiosi. Esistono delle agenzie che si occupano di preparare tutti i documenti necessari per i visti, solitamente chiedono un sovrapprezzo per il loro lavoro.

DOCUMENTI DI VIAGGO
Oltre al visto è di fondamentale importanza controllare la data di scadenza del proprio passaporto e quando deve essere valido il passaporto una volta entrati nel Paese (es. in Cina il passaporto deve essere valido per almeno 6 mesi). Se viaggiate in Paesi in cui la carta d’identità è accettata verificate se la vostra è stata rinnovata con il timbro sul retro, in alcuni Paesi potrebbe non essere valida.

HOTEL & CO.
Un altro step molto importante nell’organizzazione di un viaggio è l’alloggio. Fino a qualche anno fa non prenotavamo niente se non la prima notte, all’arrivo. Questo da un lato ci permetteva di vedere di persona la struttura e soprattutto ci regalava una grande flessibilità, potendo cambiare meta all’ultimo momento. Dall’altro lato però, ci portava via tanto tempo (e fatica).

Da quando sono nati motori di ricerca come booking e agoda (specializzato in prenotazioni in Asia), dove si può disdire la prenotazione fino a qualche giorno prima senza pagare nessuna penale, non c’è più motivo per non prenotare in anticipo. Ogni hotel ha recensioni fatte dal altri utenti, foto e spesso ci sono offerte davvero vantaggiose. In questi siti è possibile prenotare le sistemazioni fino a qualche ora prima di arrivare in loco, quindi se partite last minute potete addirittura prenotare dall’aeroporto oppure comodamente seduti in un café tra una tappa e l’altra del vostro viaggio.

Valutate anche altre possibilità di sistemazione: nelle capitali europee che abbiamo visitato di recente come Amsterdam, Copenhagen e Londra, abbiamo cercato un appartamento tramite airbnb e ci siamo sempre trovati benissimo (soprattutto ad Amsterdam!). Un appartamento permette di risparmiare se si decide di cucinare/mangiare a casa oppure, come nel caso di Amsterdam, può essere un’ottima soluzione se è inverno e, con un clima particolarmente rigiro, aveste la necessità di stare al calduccio per qualche ora al giorno (magari di sera) e non voleste stare in un’anonima stanza d’albergo. Se non avete mai prenotato un appartamento con Airbnb e volete una guida step by step, ecco un post con tanto di screenshot, su come trovare il vostro appartamento perfetto.

DOVE VAI SE L’ASSICURAZIONE NON CE L’HAI
Molte delle persone con cui parlo non si sono mai poste il problema dell’assicurazione di viaggio. Per quanto mi riguarda l’assicurazione è un must, anche per i piccoli viaggi. Solitamente la compriamo direttamente quando facciamo il biglietto aereo, oppure la aggiungiamo in seguito cercando online. L’assicurazione è fondamentale non solo per eventuali infortuni (facciamo le corna!!) ma anche per imprevisti dell’ultimo minuto che potrebbero far perdere un aereo o disdire l’intero viaggio. E diciamo la verità è anche un po’ una questione di scaramanzia :) Qui un post sul perché è importante avere un’assicurazione prima di partire.

VACCINAZIONI?
Prima di partire controllate anche se dovete fare delle vaccinazioni obbligatorie e se ce ne sono di consigliate. Controllate su siti ufficiali, come quello del World Health Organization o il sito Viaggiare Sicuri. Non affidatevi ad amici che hanno sentito dire o a forum dove ognuno dice la sua, non vorrete mica prendere il pillolone antimalarico per niente, vero?

FATE SAPERE DOVE SIETE
Anche questa forse è più una forma di scaramanzia che altro: registratevi al sito Dove Siamo nel Mondo gestito dal Ministero degli Affari degli Esteri che permette all’Unità di Crisi di pianificare attività di soccorso nel caso in cui si verifichino situazioni di emergenza.

E tu, hai mai pianificato un viaggio in autonomia? Quali sono i tuoi consigli?

You may also like

1 comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>