Un pomeriggio a Nara

Uno dei tre giorni a Kyoto l’abbiamo passato a Nara, che si raggiunge con una gita in treno di mezz’oretta. Nara è la prima capitale stabile del Giappone ed è stata dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità. E’ piena di cose interessanti da vedere, che tra l’altro sono tutte sparse in un bellissimo parco, il Nara-koen.

Dunque, la cosa più interessante è il Grande Buddha (Daibutsu) che si trova nel Todai-ji, l’edificio in legno più grande al mondo. Il Grande Buddha, che raffigura il Buddha cosmico da cui sono nati tutti i mondi e i rispettivi Buddha rivelatisi nel corso del tempo, è davvero impressionante sia per la grandezza che per la riverenza con cui i fedeli si fermano ad ammirarlo. Lungo la via per arrivare al tempio date un’occhiata all’imponente portale di accesso con due grandi guardiani Nio, che sono tra le statue più belle del Giappone. Effettivamente questi guardiani, dall’espressione ferocissima, sono talmente verosimili che sembrano poter prendere vita da un momento all’altro :)

Dopo aver visitato il tempio principale è bello gironzolare per il parco, alla scoperta degli altri santuari. Pagode, templi, giardini zen, prati verdissimi e alberi con chiome tagliate a regola d’arte. La cosa più divertente sono i numerosissimi cervi selvatici che vedrete in giro dappertutto: in mezzo alla strada, all’ingresso dei templi e ovviamente nel parco. Il bello è che sono particolarmente affamati e si avvicinano ai turisti senza paura, cercando cibo ovunque: borse, giornali, guide, e ovviamente gli appositi biscotti per cervi (confezionati come se sembrassero biscotti per esseri umani, non per animali!!! :)

Fate in modo di tornare da Nara nel tardo pomeriggio e scendete alla stazione di Fushimi-Inari, attraversate la strada e prendete le scale che avete sulla vostra sinistra, passate in mezzo ai negozietti e dopo poco vi troverete davanti a uno scenario davvero spettacolere. Lungo tutta la montagna si inerpica un sentiero racchiuso da centinaia di torii rossi e fiancheggiato da decine di volpi di pietra che rappresentano il dio del raccolto del riso. Noi abbiamo percorso il sentiero al tramonto, godendo dell’atmosfera di mistero che aleggia tra le numerose tombe e piccoli santuari che si trovano lungo tutto il percorso. Nara e Fushimi-Inari, due meta assolutamente da non perdere!

photos: © ila

You may also like

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>