Guida ai regali di Natale 2016

Amo fare liste. Ancora meglio se sono liste di regali, o cose da fare nel mio periodo preferito dell’anno, quello che precede il Natale! E così non poteva di certo mancare la guida ai regali di Natale 2016, dedicata agli amanti dei viaggi ma non solo.

La guida ai regali di Natale 2016 di ilariavafuori

Kindle, la biblioteca tascabile. Devo dire che non ero particolarmente favorevole ad abbandonare la carta stampata in favore della tecnologia, ma mi sono dovuta ricredere. Quest’estate, quando in Croazia mi sono ritrovata ad aver finito in brevissimo tempo i libri che mi ero portata dietro, mi sono decisa e in breve tempo avevo il mio Kindle tra le mani. Certo, l’esperienza di avere un libro di carta tra le mani non si può sostituire, ma devo dire che i lati positivi ci sono: ingombro in valigia (o zaino) pressoché inesistente, un’intera libreria a portata di click, la possibilità di leggere al buio grazie allo schermo luminoso (utile quando si viaggia in aereo o si dorme in cuccetta e non si vogliono disturbare i vicini.

Kit diario di viaggio. Nei miei viaggi non mancano mai: quadernino e penna sono la prima cosa che preparo quando parto. A dire il vero li preparo da prima, perché, a dispetto del mio essere 100%digital, è proprio su carta e penna che mi piace iniziare a programmare il viaggio. Annoto i posti che vorrei vedere, preparo la bozza di itinerario giorno per giorno, e poi, una volta arrivata non c’è niente che non venga riportato sul mio diario di viaggio che diventano anche porta biglietti e cianfrusaglie varie che raccolgo durante il viaggio. Da Muji trovo di solito sia penne che quaderni: semplici ed essenziali, come piacciono a me.

Weekend fuori porta. Questo è il mio regalo preferito in assoluto. Ed è anche facilissimo da fare: basta puntare il dito sul mappamondo e scegliere una destinazione. Poi si va sul sito della vostra compagnia aerea preferita, si scelgono le date e il gioco è fatto. Io solitamente prenoto con Easyjet, tante destinazioni, aeroporti centrali e (incrociando le dita) non ho mai avuto ritardi o disguidi. Ovviamente non è necessario partire per forza in aereo, si possono scegliere località più comode da raggiungere anche in treno o in macchina, l’importante è partire! Per “confezionare” il regalo solitamente metto insieme una guida o un kit diario di viaggio con un biglietto che racconta la destinazione che ho scelto.

Relax, take it easy. Se anche voi, quando viaggiate (ma anche quando state a casa, ne parlerò in un altro post) fate fatica a rilassarvi e ad addormentarvi, lo spray per cuscino rilassante de l’Occitane è quello he fa per voi. Ha un buonissimo profumo di lavanda, bergamotto (amo!) e mandarino, è 100% naturale e, vaporizzato nella camera da letto prima di andare a dormire, crea un’atmosfera rilassante, che favorisce il sonno e il benessere. Da portare anche in viaggio per sentirsi subito a casa!

Fare i turisti nella propria città. È bello dedicare dei momenti a scoprire la propria città, non trovate? Io mi rendo conto di andare sempre di fretta e di non aver visto molti dei must see milanesi. Quale occasione migliore di un periodo di festa per fare i turisti nella propria città? Qui qualche esempio: una visita al Cenacolo Vinciano o alla Pinacoteca di Brera, un ingresso  a una delle mostre del momento (io ho già segnato in agenda: Basquiat al MUDEC e Escher a Palazzo Reale) o una visita al grattacielo Pirelli o alla Torre Branca per guardare Milano dall’alto.

Guide alternative. Nonostante ami follemente la Lonely Planet, da un po’ di tempo a questa parte mi piace diversificare un po’ le mie fonti in fatto di guide. In questo momento mi piacciono particolarmente le city guide di Cereal, semplici con bellissime foto e tutti gli indirizzi più cool del momento.

Abbonamento a Netflix. Vi ho già detto di quanto io ami guardare serie televisive sotto una calda coperta di lana sorseggiando tè bollente? Che poi, in realtà le serie tv sono una parte dell’offerta di Netflix, ci sono anche bellissimi documentari e film. Noi guardiamo tutto in lingua originale (con sottotitoli in italiano), così ci esercitiamo anche con l’inglese. I miei must see? The Crown, Chef’s table, Narcos, Stranger things, Frankie&Grace e le Gillmore Girl’s (anche se qui dovremmo aprire una parentesi moooolto lunga). Gli abbonamenti tra cui scegliere sono diversi e variano in base a quanti dispositivi volete collegare. Un’alternativa per quando si è in viaggio, per me vale sopratutto d’inverno, e la sera si vuole guardare qualcosa prima di andare a dormire.

Knitter lovers. Amanti dello sferruzzamento unitevi. Nella guida ai regali di Natale quest’anno faccio entrare di prepotenza la mia ultima mania: il lavoro a maglia. Ho appena iniziato eppure già vorrei fare cappelli, sciarpe, coperte, guanti e borse per tutti. So fare solo due punti e ogni due per tre combino un pasticcio, ma è così rilassante ed è così bello vedere qualcosa nascere dalle proprie mani che niente, dovevo aggiungerlo alla lista. Per chi ha un’amica (o amico, perché ebbene si, anche gli uomini si danno dai fare ai ferri) potete semplicemente scegliere quello che più vi piace su weareknitters (adoro adoro adoro il loro sito, il packaging e ovviamente tutto il resto), oppure cercare in qualche merceria (questa una bellissima a Milano segnalata da Alessia e che domani andrò a scoprire) i gomitoli che più vi piacciono e creare il vostro kit da regalo. E se volete proprio esagerare potete aggiungere anche un bel corso di maglia, chi è alle prime armi sicuramente vi ringrazierà.

L’ora del tè (e delle tisane). I tè e le tisane sono un’altra delle mie grandi passioni. Qui davvero c’è l’imbarazzo della scelta, ma, se posso suggerire io andrei sul sicuro con le tisane di Melissa Erboristeria (non è necessario che andiate a Torino, udite udite spedisce in tutta Italia!). C’è quella al panettone e quella della felicità, c’è quella che ricorda la torta della nonna (una delle mie preferite) e quella pensata apposta per Natale. I sacchettini con la scritta a mano sono deliziosi e perfetti per un pensiero alle persone a cui volete bene. Un altro dei miei brand preferiti è Kusmi tea (+ Lov Organic), che a Milano ha un negozio monomarca in Brera: tantissime miscele e oggetti legati al mondo del te.

Regala un albero. Per quell’amico che ha particolarmente a cuore salute del nostro pianeta (lo so, dovremmo avercela tutti…) Treedom offre la possibilità di regalare un albero. Basta sceglierlo e un contadino lo pianterà pianterà nel suo paese e se ne prenderà cura. L’albero sarà fotografato, geolocalizzato ed avrà una pagina online.

Un momento speciale. Quest’anno, quello che vorrei regalare alle persone a cui voglio bene è un’esperienza da fare insieme più che un oggetto fisico. Ci sono davvero tante cose che si possono regalare e condividere: una serata a teatro, un pranzo o una cena in un posto speciale, una manicure tra amiche. Il tutto accompagnato da un bel biglietto e da tante foto per non perdersi neanche un momento di una bella giornata insieme.

Album fotografico. Avete mai pensato a quante foto facciamo? Io personalmente ne faccio tantissime e spesso sono addirittura così tante che poi non me le ricordo neanche. E quindi perché lasciarle nel dimenticatoio? Scegliete un tema e stampate le foto di una particolare giornata o di un viaggio. Raccoglietele in un album, magari con biglietti dei mezzi, dei locali dove avete mangiato o delle attrazioni che avete visitato. Gli album si trovano da Muji, mentre per stampare le foto io di solito utilizzo Lalalab, spero di farvi vedere presto l’album di uno degli ultimi viaggi che ho fatto.

Libri per bambini. Mica potevo dimenticare i più piccoli in questa breve guida ai regali di Natale :) Ai bimbi a me piace regalare libri. Ce ne sono di bellissimi e spesso la verità è che li compro per me, altro che per i bambini. Questi di seguito i miei preferiti di sempre: Mappe un atlante magnificamente illustrato che farà viaggiare intorno al mondo grandi e piccini. Io l’ho comprato anni fa e ancora oggi mi piace sfogliarlo ogni tanto e perdermi tra i suoi mille dettagli. Il grande libro degli animali, anche questo è un libro tutto illustrato con tavole che sembrano poster. Non ci sono testi, solo illustrazioni e mi piace pensare che per ogni animale ci si possa inventare una storia sempre diversa da raccontare. Come bonus track aggiungo anche questo libro, che in Italia uscirà solo verso febbraio, perché trovo sia strepitoso: Good Night Stories For Rebel Girls, un libro che racconta più di 100 storie di grandi donne da Elisabetta I a Serena Williams.

Sono super felice della guida di quest’anno, spero che l’abbiate trovata utile e che vi abbia dato qualche spunto per i vostri regali. Io sono a buon punto, ancora qualche regalino e poi inizia l’impacchettamento (altra cosa che adoro fare, magari ci faccio un bel post). Nel frattempo buono shopping delle feste!

 

* Ci tengo a precisare che nessun brand mi ha inviato prodotti o invitato a parlarne. Tutti i prodotti di cui parlo sono stati acquistati personalmente e ne parlo perché li ritengo davvero buoni.

You may also like

3 comments

  1. Beh Ila. Innanzitutto grazie per i consigli e la citazione.
    E apprezzo un casino i consigli per i bimbi. Mappe l’ho comprato anche io a C. e hai ragionissimo: è un libro stupendo. Anche per i grandi.

  2. Grazie a te Ale, mi hai fatto scoprire un mondo magico! Sono dipendente da quel posto :) Felice che i consigli ti siano piaciuti.
    Un bacione!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>