Libri per viaggiare

Qualche giorno fa leggevo il post di Mariachiara e mi sono soffermata sul consiglio sulla lettura. Io adoro leggere, soprattutto libri di viaggio che spesso mi fanno sognare la mia prossima meta mentre è ancora lontana. Un libro è però anche un ottimo compagno di viaggio: nelle attese in aeroporto, durante gli spostamenti in treno o autobus, durante i momenti di relax. Quindi: se siete in partenza e alla ricerca di un compagno di viaggio silenzioso o se non partirete fisicamente, ma volete viaggiare con la mente ecco qui alcuni dei miei libri preferiti, divisi per destinazione. Buona lettura!

ASIA

Guide per signore in bicicletta sulla via della Seta, di Susanne JoinsonCina. Nel 1932 il folle viaggio in bicicletta di due sorelle per aprire una missione in Cina. Londra, ai giorni nostri: Frieda eredita inaspettatamente il contenuto di un appartamento abitato da una donna a lei sconosciuta. Cosa lega la vita di queste tre donne? Sta a Frieda scoprirlo, con l’aiuto di un misterioso ragazzo yemenita e di un gufo irascibile.

Benedette Zie, di Bul Buò Sharma India. Otto racconti che hanno come protagoniste le zie di Bulbul Sharma. Di varie età, con destini differenti, ma con la determinazione e la forza di carattere tipica delle donne indiane. Il viaggio, così come il cibo, è parte integrante della vita indiana e fa da filo conduttore tra le varie storie.


AFRICA E MEDIO ORIENTE

La bastarda di Istanbul, di Elis ShafakTurchia. Armanoush è un giovane americana in cerca nelle proprie radici armene in Turchia. Asya, diciannove anni, vive a  Istanbul in una grande e colorata famiglia di donne alle spalle, e un vuoto al posto del padre. Quando Asya e Armanoush si conoscono, il loro è l’incontro di due mondi che la storia ha visto scontrarsi con esiti terribili: la ragazza turca e la ragazza armena diventano amiche, scoprono insieme il segreto che lega il passato delle loro famiglie e fanno i conti con la storia comune dei loro popoli.

Ebano, di Ryszard Kapuściński – Africa. Ebano, è il lungo racconto dell’esperienza in Africa dell’autore, giornalista e reporter polacco che ha vissuto in Africa per circa cinquant’anni.Kapuściński racconta con intensità vicende cruciali per la storia d’Africa, ma mettendo in primo piano le storie delle persone semplici, cercando di comprenderne la difficile quotidianità, le usanze e la cultura locale, così lontana dalla vita di un bianco. Una testimonianza appassionante, vera e in alcuni passaggi struggente.


CENTRO E SUDAMERICA

Patagonia Express, di Luis Sepulveda – Patagonia. Il diario di viaggio di Sepulveda in Patagonia e nella Terra del Fuoco: riflessioni, racconti, leggende e incontri che s’intrecciano nel maestoso scenario del Sud del mondo, dove l’avventura non solo è ancora possibile, ma è la più elementare forma di vita.

Trilogia sporca dell’Avana, di Pedro Juan Gutiérrez – Cuba. Questo libro l’ho letto molti anni fa, e mi ricordo ancora la durezza, il linguaggio forte, esplicito e diretto. Non è un libro da leggere alla leggera, me è sicuramente un libro che fotografa la realtà di Cuba. Pedro Juan Gutiérrez, giornalista e in molti casi protagonista dei racconti, narra le libro le sue avventure per sopravvivere in una Cuba nel pieno della dittatura di Castro, fatta di tessere annonarie, di mercato nero, di prigione per dissidenti, di povertà e di sesso come unica valvola di sfogo.


NORD AMERICA

Sulla strada, di Jack Kerouak – Stati Uniti. Il classico dei classici. Il libro racconta le avventure di Sal e dei suoi amici intenti ad attraversare il continente americano, combinando la libertà dei lunghi viaggi ai sogni dei giovani americani nel 1950. Una lettura imperdibile se si è in procinto di partire per un viaggio on the road negli States.

Nel grande nord in bicicletta, di Obes Grandini – Canada, Alaska, Siberia. Il racconto del solitario viaggio in bicicletta dell’autore che lo ha portato alla scoperta della natura dal Quebec all’Alaska. Un libro da assaporare lentamente, così come è lento l’avanzare del protagonista, in un viaggio d’altri tempi.

Foto by Pinterest

You may also like

5 comments

  1. Pur non amando molto la letteratura di viaggio, però ho letto cose interessanti con Magris, tra i tuoi suggerimenti ho trovato qualcosa che mi incuriosisce. E comunque alcuni titoli sono di narrativa.

  2. Nella mia wishlist sono entrati: Guide per signore in bicicletta sulla via della Seta, di Susanne Joinson, Ebano, di Ryszard Kapuściński e Nel grande nord in bicicletta, di Obes Grandini. Grazie delle dritte Ilaria!

  3. ciao Ilaria,
    sto pensando con un amico di partire per la Cina, ma per la Cina serve un visto e/o prenotare qualcosa o no?
    Io l’anno scorso per la Thailandia ho solo prenotato il volo A/R Roma-Bkk+3 notti.

    L’itinerario pensato per la Cina è il seguente:

    Roma – Shanghai
    Shanghai – Hong Kong
    Hong Kong – Taichung
    Taichung – Taipei
    Taipei – Hong Kong
    Hong Kong – Shanghai .

    Abbiamo stimato circa 15 giorni per un costo complessivo compreso di varie ed eventuali di 1600€ circa.

  4. ciao Fabrizio!
    Si assolutamente, per la Cina serve un visto che devi fare prima di partire negli uffici convenzionati o al consolato. Puoi scegliere se fare “da solo” o se appoggiarti ad altri uffici ancora che preparano tutte le pratiche. Per entrare in Cina devi avere tutte le prenotazioni per le tappe che farai, è molto importante. Il mio consiglio per fare il visto è di prenotare su booking.com gli alloggi per le varie tappe e poi se vuoi cambiare, una volta ottenuto il visto puoi disdire senza problemi (ovviamente scegliendo quegli alloggi che ti permettono di farlo senza penali).
    Io avevo prenotato anche i treni, perché considera che i treni sono sempre piuttosto affollati (qui trovi un po’ di info su come prenotare il treno http://www.ilariavafuori.com/how-to-come-prenotare-un-treno-in-cina/) e se guardi nella sezione dei viaggi trovi alcuni diari sulla Cina e alcuni consigli per affrontare al meglio il viaggio.
    Per l’itinerario purtroppo non posso esserti d’aiuto perché noi abbiamo fatto un altro giro e non ho idea delle distanze :)
    Spero di averti dato qualche informazione utile, fammi poi sapere come va il viaggio!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>