Il valore del cibo: un incontro a cui non mancare

Ci sono incontri da segnare in agenda e da non perdere assolutamente e, a mio avviso, quello che vi segnalo oggi è uno di questi. Due visionari a confronto: Carlo Petrini, gastronomo, giornalista, scrittore, fondatore e presidente di Slow Food e Gabriele Centazzo, presidente e designer di Valcucine, per parlare del valore del cibo. In più, per non farci mancare niente, al confronto partecipa anche quel geniaccio di Ermanno Olmi :)

Il cibo, infatti, è ormai diventato una merce come tutte le altre che sottostà alle regole del mercato, spesso spietate. La qualità e il rispetto verso chi produce vengono così, sempre più spesso, messe da parte e il cibo risulta così omologato, poco naturale, globale, inquinato. In questo mondo di valori capovolti è il cibo che ci mangia: mangia la nostra salute e causa gravissimi danni all’ambiente. Per non essere più “vittime” del cibo Petrini propone con Terra Madre un’alleanza tra chi il cibo lo produce e chi se lo mette in pancia: il cibo diventa così la chiave per riprenderci le nostre vite.
Petrini e Centazzo si confrontano sul valore del cibo e sulla sua sostenibilità all’interno del ciclo di incontro Visioni Sostenibili, presso l’Eco Bookshop di Valcucine in corso Garibaldi 99,venerdì 15 marzo alle ore 19.00.

Se ancora non ci siete mai stati è anche l’incontro è anche un’occasione per visitare l’Eco Bookshop, uno spazio di 600 mq di libri dedicati ai temi dell’ecologia, della bioarchitettura e dell’etica applicata al contesto sociale e ambientale in cui viviamo. Più di 1000 titoli di case editrici “sostenibili”, con una sezione dedicata ai giardini urbani e al giardinaggio.

You may also like

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>