Cina: come prenotare un treno

Dopo la parentesi triestina, si torna in Cina, questa volta con qualche consiglio pratico su come viaggiare in treno. Nel nostro viaggio ci siamo mossi solo con i treni, perché avevo letto essere più puntuali ed affidabili degli aerei (e dai racconti delle persone che abbiamo incontrato e che avevano preso anche aerei pare sia vero). Inoltre, muoversi in treno, permette di risparmiare tempo negli spostamenti: gli aeroporti, infatti, si trovano solitamente fuori dalla città, mentre le stazioni si trovano relativamente in centro e sono più facilmente raggiungibili. Ma partiamo dall’inzio e andiamo con ordine.

TIPOLOGIE DI TRENI E CLASSI
Anche in Cina, così come in Italia, i treni sono di diverse tipologie e hanno diverse classi. Per quanto riguarda le tipologie troverete: i velocissimi treni G che collegano alcune delle città più importanti su lunga tratta (ad esempio  tra Shanghai e Pechino) e i treni C, ad altissima velocità su tratte brevi; i treni D ad alta velocità che fermano in più stazioni rispetto ai treni velocissimi; i treni Z, T, K rispettivamente direttissimi, diretti ed espressi; ed infine treni senza lettere iniziali, ma solo numeri che fermano in quasi tutte le stazioni. Avevo letto di evitarli come la peste, ma quando ho prenotato erano gli ultimi rimasti, quindi ci siamo accontentati e abbiamo viaggiato benissimo.

Una volta scelta la tipologia del treno, dovrete decidere la tipologia di classe. Ci sono biglietti di prima e seconda classe (noi abbiamo sempre viaggiato in seconda classe trovandoci benissimo) e, per i treni notturni, dovrete scegliere tra soft sleeper e hard sleeper. Gli scompartimenti soft sleeper sono più comodi degli hard sleeper: i primi hanno 4 letti e sono chiusi, mentre i secondi sono a 6 letti che si affacciano sul corridoio del treno, quindi senza porta. Infine ci sono i soft e gli hard seat che sono dei normali sedili, i primi reclinabili e un pochettino più comodi dei secondi. Il mio consiglio è di prenotare sempre i soft sleeper se viaggiate di notte.

COME PRENOTARE
Prima di partire tutti ci avevano raccontato delle terribili esperienze con i treni: non tanto per il viaggio in se, quanto per la prenotazione dei posti. È infatti solo da poco tempo che è possibile acquistare i biglietti con 60 giorni di anticipo e da qualsiasi città. Fino a qualche mese fa, invece, i treni erano prenotabili solo con pochi giorni di anticipo e di città in città, ovviamente causando grossi imprevisti nell’organizzazione di un viaggio on the road. Oggi basta decidere le tappe che si vogliono visitare e poi andare su un sito come ctrip o travelchinaguide, guardare i treni a disposizione facendo delle simulazioni in modo da avere idea di costi e orari. L’unica cosa importante è la data in cui potrete iniziare a prenotare il treno: segnatevi la data sul calendario, mettetvi la sveglia dell’iPhone per ricordarvelo, insomma fate di tutto per non dimenticarvelo (come ho fatto io!). I posti a disposizione sui treni non sono molti e i cinesi sono davvero davvero tanti e quindi, va da se, che i posti più comodi vadano a ruba molto velocemente. Se non volete trovarvi a fare un viaggio di notte su un sedile duro come il marmo ricordatevi la data! Una volta che avete prenotato il vostro biglietto riceverete una mail di conferma con tutte le informazioni riepilogate, ma non è ancora il vostro biglietto. Arrivati in Cina, infatti, dovrete andare in stazione e cambiare la prenotazione con il biglietto vero e proprio. Ricordatevi che in Cina gmail non funziona, quindi stampatevi le prenotazioni in anticipo e per sicurezza, createvi una mail alternativa (non con gmail) a cui inoltrarvi le prenotazioni.

COME RITIRARE I BIGLIETTI
Con le vostre prenotazioni potrete ritirare i biglietti direttamente in stazione. Potete andare quando e dove volete a ritirarli, ma il mio consiglio è di scegliere una stazione non troppo affollata (sempre considerando gli standard cinesi!) e cambiarli tutti insieme. In ogni stazione c’è uno sportello dedicato agli stranieri, dove parlano inglese, chiedete ai banchi informazioni o ai dipendenti della stazione che, facendo vedere la prenotazione, vi indirizzeranno. Arrivati allo sportello non dovrete fare altro che dare la vostra prenotazione insieme al passaporto e in cambio avrete i biglietti.

COME LEGGERE I BIGLIETTI
I biglietti possono essere rosa o azzurri. Come si vede nella foto, dall’alto e da sinistra verso destra ecco le informazioni che troverete sul biglietto: stazione di partenza e di arrivo. Fate particolare attenzione alla stazione di partenza: molte grandi città hanno più di una stazione, quindi controllate bene da dove dovete partire. Il numero del treno è indicato tra le due stazioni, tutti i numeri dei treni sono riportati sui tabelloni della stazione e vi serviranno per trovare la sala d’attesa in cui aspettare l’arrivo del treno. Dalla sala d’attesa sarà possibile accedere al binario solo all’arrivo del treno, proprio come se foste al gate in aeroporto. La data e l’orario di partenza sono scritti sotto la stazione di partenza, mentre il numero della carrozza e l’indicazione dei posti sono indicati sotto la stazione di arrivo. Più sotto è indicato il prezzo, il numero di passaporto e il cognome del propietario del biglietto.

IN STAZIONE
Cercate di arrivare in stazione almeno un’ora prima dell’orario di partenza del treno perché, ancora una volta, le file d’attesa sono molto lunghe. Arrivando nel piazzale della stazione dovrete mettervi in fila e passare i controlli: i bagagli vanno passati sotto i raggi x mentre si passa sotto un metal detector. Una volta entrati in stazione cercate sul tabellone il numero del vostro treno ed aspettare nella sala d’attesa indicata. In ogni sala d’attesa o nelle immediate vicinanze si trovano toilette e un negozietto/banchetto con acqua, cibo e giornali (ovviamente illeggibili!). Quando il treno arriva in stazione saranno aperti i cancelli e si potrà accedere ai binari (fino a quel momento non sono neanche visibili), cercate la vostra carrozza e salite sul treno.

SUL TRENO
Nei treno notturni abbiamo sempre viaggiato negli soft sleeper dove ci sono solo 4 letti e, proprio tra i due letti, sotto il finestrino c’è un tavolino coperto da una tovaglietta floreale. Ogni letto ha la sua luce, un cuscino e un sacco letto. Potrete mettere il bagaglio sotto il sedile/letto, sotto il tavolino oppure, per chi dorme nel letto superiore, c’è uno spazio sopra la porta.
In ogni carrozza c’è un controllore che, nei viaggi notturni, verrà a chiedervi il biglietto e vi darà in cambio una tesserina. Circa 15 minuti prima dell’arrivo a destinazione  il controllore vi verrà a svegliare riconsegnandovi il biglietto in cambio della tesserina che vi aveva dato. Il mio consiglio è di portarvi una mascherina per la luce (nonostante le tende al finestrino la luce passa), tappi per le orecchie, un buon libro e qualcosa da mangiare e da bere (passano dei carrelli che vendono cibo, ma con scelta limitata e a caro prezzo). Inoltre tenete sempre con voi i vostri effetti personali come passaporto, soldi e macchina fotografica e, se possibile, assicurate con un lucchetto il bagaglio al letto o alla gamba del tavolino. Nei nostri spostamenti non abbiamo mai avuto problemi né ci siamo mai sentiti in pericolo, ma meglio prevenire!

A questo punto non mi resta che darvi appuntamento alla prossima tappa, dopo Datong riprendiamo il treno (notturno) e scendiamo a Pingyao!

You may also like

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>