Guida per un weekend a Budapest

Eccoci al secondo appuntamento con Budapest: dopo le informazioni di base di settimana scorsa, oggi ecco i must see da  segnarvi in agenda se state programmando un weekend in questa città deliziosa.

Lo sfarzo del Parlamento, l’isola di Margherita, una passeggiata sulle rive del Danubio e sui ponti he lo attraversano, il sontuoso Castello, la vista dall’alto che si gode dai Bastioni dei Pescatori, una visita col naso all’insù nell’ex quartiere ebraico, e molto altro ancora. Budapest è una continua sorpresa, che va scoperta cartina e macchina fotografica alla mano, e se volete una guida leggete qui di seguito. Pronti a partire con me?!

Guida per un weekend a Budapest

GIORNO 1
Per iniziare bene la giornata serve un’ottima colazione! Non perdetevi quella da Centrál Kávéház un locale storico, dove potrete scegliere tra un caffè e una fetta di torta o una colazione più sostanziosa, con uova e bacon. Noi per questa volta ci accontentiamo di una colazione leggera, siamo impazienti di partire alla scoperta della città.

Da qui ci dirigiamo verso la collina di Buda, attraversando il Ponte delle Catene. Prendiamo la funicolare e in pochi minuti godiamo di una bellissima vista della città dall’alto.

budapest_centralbudapes3budapes4

Il Castello
Patrimonio dell’umianità, il Castello (conosciuto anche con il nome di Palazzo Reale) oggi ospita il museo storico di Budapest, che illustra la storia della città e la Galleria Nazionale Ungherese. Entrate nel cortile (gratuitamente) e ammirate le fontane, i giardini e il bellissimo panorama che si gode da quassù.

Chiesa di Mattia e Bastione dei Pescatori
Proseguendo la visita della collina di Buda non perdetevi la visita alla Chiesa di Mattia, con il suo tetto colorato e la sua imponenza. Subito dietro la chiesa fermatevi ad ammirare la vista del Parlamento, sulla sponda opposta del fiume, dal Bastione del Pescatore. Curiosate tra le varie statue, gli scalini e le torrette. Il Bastione non ha mai avuto una vera funzione difensiva, quanto era invece un bell’ingresso scenografico alla collina del Castello, e devo dire che effettivamente fa proprio una bella scena.

budapes_chiesamattiabudapes2budapest_bastioni

Parlamento e memoriale delle “scarpe sulle rive del Danubio”
Da qui scendete e riattraversare il ponte delle Catene per tornare sull’altra sponda del Danubio. Poco prima del Parlamento concedetevi qualche minuto al memoriale delle “scarpe sulle rive del Danubio” dedicato al popolo ebraico che venne deportato e ucciso in massa a Budapest.

budapes_scarpe-danubio

Proseguite verso il Parlamento, e proseguite verso Aulich Street, dove finalmente potrete fermarvi per un late lunch da Liberté un locale delizioso, in tutti i sensi! Tutti i piatti sembrano deliziosi, ma se volete un consiglio non perdetevi i toast con avocado e i french toast con uova e salmone, talmente deliziosi che solo a pensarci mi viene l’acquolina!

budapest_liberte2budapest_liberte

Dopo esservi rimpinzati per bene è il momento di proseguire la visita. A questo punto potete decidere se passeggiare verso l‘isola di  Margherita, o se prendere il tram numero 2 e dirigervi verso sud, per visitare il mercato coperto (Cental Market Hall – Vámház krt. 1-3 aperto dalle 6 alle 18, domenica chiuso, sabato fino alle 15).
Personalmente il mercato non ci ha entusiasmati, molto turistico e con prezzi altissimi, ma merita sicuramente una visita se non altro per dare un’occhiata alla struttura dal tetto colorato e dalle grandi vetrate.

budapes_mercato

A questo punto potete andare a riposarvi prima della cena e, se avete visitato l’isola di Margherita, potete tornando verso il centro, visitare la Basilica di Santo Stefano.

Cena
Per cena vi consiglio uno dei ruin pub nell’ex quartiere ebraico, che mi sono piaciuti così tanto che meritano un post a parte, ve ne parlerò presto! Al momento vi basti sapere di prenotare da Mazel Tov il mio preferito! Qui si mangia bene, si spende poco, si ascolta buona musica e si è in un’atmosfera semplicemente deliziosa.

GIORNO 2
Questa volta iniziamo la giornata con un delizioso cappuccino e una brioche buona come se fossimo in Francia! Siamo al Madal Cafè (Ferenciek tere 3), e facciamo colazione nel patio, baciati dal sole. Da provare la cioccolata profumata alla lavanda con latte vegetale, deliziosa come la cheesecake.

budapes6budapest_mazeltov

L’ex quartiere ebraico
Meta della giornata è l’ex quartiere ebraico. Qui girovagate per le stradine senza meta precisa, con il naso all’insù alla ricerca di murales e ad osservare case decadenti affiancate ad architetture barocche. Non perdetevi la Sinagoga Grande, una delle più imponenti di tutta Europa.
budapes1budapest_palazzo3

Se è domenica mattina non perdetevi la visita al Farmer’s Market del ruin pub più famoso di tutta Budapest, lo Szimpla Kert. Potete decidere di fermarvi qui a mangiare qualcosa, in un’atmosfera informale, o scegliere uno dei tanti localini con posti a sedere all’aerto che animano questa zona.

budapest_mercato1

Il parco Vàrosliget
Nel pomeriggio dirigetevi verso il parco Vàrosliget, dove potrete visitare il Castello Vajdahunyad, la Galleria d’arte Műcsarnok, il Museo di belle arti, o regalarvi uk pomeriggio di puro relax alle più famose temre di Budapest: i Bagni Széchenyi.

budapest_castello_parco

Chiudete la serata con un aperitivo, in uno dei tanti locali all’aperto dove bere una birra artigianale e scambiare quattro chiacchiere con i ragazzi del posto. Noi ci siamo innamorati di Koleves Kert (Kazinczy utca 37-41), sempre nell’ex quartiere ebraico. Atmosfera informale, lucine colorate sopra la testa e un bel giardino in cui rilassarsi dopo una giornata a zonzo.

Per cena potete gustarvi un piatto della tradizione thailandese nel piccolo ristorante proprio davanti allo Szimpla Kert. Tavoloni tipo fast food, servizio veloce, un delizioso e profumato pad thai per concludere la giornata.

budapes5budapest_palazzo2budapest_palazzo

Questi i miei must see per una due giorni alla scoperta di Budapes. E voi? Siete mai stati in questa città? Quali sono i vostri posti del cuore? Scriveteli nei commenti!

budapest-cover

 

You may also like

1 comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>