Gelato che passione

Iniziamo subito con un mea culpa! Lo so, lo so, sono passati quanto… due mesi (?!) dall’ultima volta che sono riuscita a scrivere qualcosa. Troppe cose extra da fare e probabilmente pochi stimoli veri da condividere, quindi semplicemente è stato un periodo silenzioso :)
Ma eccomi qui, tra una settimana al lago, un po’ di lavoro e la partenza per un nuovo viaggio (di cui vi dirò). Quest’oggi, vista la stagione azzeccata e il caldo che ancora regna sovrano, volevo parlare del gelato. E per la precisione vorrei parlare delle mie due gelaterie preferite: una Milano e una nei suoi dintorni (ma fidatevi, ne vale davvero la pena).

La prima gelateria, più comoda per gli abitanti di Milano, è la famosa Gelateria della Musica. Il nome anzitutto: la Gelateria della Musica si chiama così perché il propietario è un ex musicista jazz che ha trasferito la sua passione della musica nell’arte di fare il gelato. Come si legge sul sito l’obiettivo della Gelateria della Musica è “emozionarvi così come ci riesce la musica… La nostra peculiarità è quella di ottenere un gelato che sia  più simile possibile ad un concerto dal vivo suonato in un piccolo locale  sui navigli. Per questo motivo non troverai un gelato gonfio o perfettamente uguale perché preparare un buon gelato è un’arte, ed un artista  ogni giorno  grazie all’esperienza ed alla passione per il suo“strumento” crea  emozioni intense e diverse”. 

La Gelateria della Musica è sui Navigli, non vicino a tutti i localini, ma verso la periferia, in una vietta stretta, a senso unico, dove la macchine fanno o slalom tra le persone in fila per mangiare un cono. La prima sera in cui sono andata a mangiarmi un gelato era una domenica sera e c’era una fila di circa 20 minuti. Chi mi conosce lo sa, odio le file in generale, e quindi fermarmi ad aspettare è stata davvero una bella prova! Devo dire che l’attesa è stata ripagata dalla bontà del gelato. Ho preso una coppetta da due gusti: cioccolato al sale dell’Himalaya e nocciola IGP. La nocciola era deliziosa, mentre il cioccolato era molto buono, ma non mi ha convinta del tutto: verso la fine è risultato un po’ pesante, e soprattutto non si sentiva il retrogusto salato del sale dell’Himalaya. Tutto sommato, comunque resta uno dei migliori gelati che abbia mangiato a Milano, quindi…Gelateria della Muscia per me approvata!

La seconda gelateria è la mia preferita in assoluto. Ne avevo già parlato e ne riparlo con piacere: si tratta dell’Albero dei Gelati. All’inizio di agosto ho approfittato di qualche giorno di ferie per andare a zonzo e quando sono capitata a Seregno a casa di amici ne ho approfittato per mangiare alla Taste e per fare una merenda a base di gelato. Che dire? L’Albero dei Gelati ha il gelato più buono che io abbia mai mangiato, il negozio è delizioso, i commessi sono gentili e sorridenti, la fila non è eccessiva (anche se anche qui mi hanno detto che di sera ci si deve armare di pazienza) e poi hanno appena aperto un negozio a NY (ok, questo non c’entra, però che invidia!). I miei gusti preferiti sono: torta paesana e stracciatella (che è fatta con pezzi di cioccolato, pezzi veri, non pezzettini!!!). Strepitoso.

Entrambe le gelaterie puntanto sulla stagionalità, sulla qualità delle materie prime e per l’Albero dei Gelati sul km 0 (hanno coltivazioni di fragole negli agriturismo dell’hinterland milanese) e sulle coltivazioni bio. Per entrambe le gelaterie la qualità e l’attenzione nella scelta degli ingredienti si sente davvero e fa la differenza! E voi, quali sono le vostre gelaterie preferite?

ps. L’Albero dei Gelati lo trovate a Milano con il suo carretto a impatto zero al Mercato della Terra di Slow Food. Provare per credere!

You may also like

3 comments

  1. la gelateria della musica per me resta il top, anche se 8 volte su 10 ormai cedo davanti alla coda che neanche ai saldi di prada. per quanto riguarda l’albero dei gelati ho un collega di seregno che me ne parla bene da mesi… visto che anche tu me lo confermi e che i miei abitano a monza la prossima volta che sarò da loro un giro vale la pena farlo ;)

  2. Buone tutte e due! L’albero dei gelati sopratutto per originalità nei gusti !! (quello allo zafferano era buonissimo!)

    Te ne segnalo un’altro però molto ma molto valido a Milano: Il Massimo del gelato, in una traversina di Corso Sempione (non ricordo l’indirizzo esatto!).
    Provalo appena riesci, poi mi dirai, ma sono già certa che ti conquisterà! :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>