Praga in 24 ore: guida e diario fotografico

24 ore alla scoperta di praga

24 ore alla scoperta di praga

Quasi un anno fa, alla fine di marzo, partivamo per 3 giorni di puro relax a Praga. La città è molto raccolta, si gira tranquillamente a piedi e se siete stanchi di camminare basta saltare su un tram e arriverete praticamente ovunque. I palazzi storici, le chiese e le sinagoghe sono praticamente ad ogni angolo e dall’alto della collina il castello domina la città. Ovviamente, come in tutte le città che vivono sul turismo, i negozietti di souvenir e i venditori di cianfrusaglie sono dappertutto, ma basta avventurarsi per i vicoletti acciottolati per scoprire una Praga nascosta.

Questo è il foto-racconto della nostra Praga,
fuori dai percorsi tradizionali.

La giornata non può che iniziare con una bella colazione. I Need Coffee è il posto che fa per voi. Un locale minimalista con atmosfera molto rilassata dove gustarsi una tazza di caffè guardando il viavai delle persone dalle grandi vetrate o sfogliando una delle tante riviste hipster in bella mostra. I dolci sono realizzati da una famosa food blogger ceca Chez Lucie. Noi abbiamo assaggiato due biscotti al cioccolato: un al fleur du sal e uno con scorzette d’arancia, deliziosi!

ineedcoffeineedcoffe2Dopo una colazione rigenerante, se volete “fare quello che fa la gente del posto” il sabato mattina non potete assolutamente perdervi uno dei tanti farmers’ market che si tengono nelle piazze della città. Il più famoso è il Naplavka Farmers’ Market che si tiene lungo le rive della Moldava, con una bellissima vista sul Castello in lontananza. L’atmosfera è molto rilassata e una cosa che mi ha colpito molto è che tantissime persone ripongono i loro acquisti in cestini di vimini intrecciati: una vera atmosfera country chic. Il mercato inizia alle 8 del mattino e prosegue fino alle 14. Troverete frutta e verdura, pane, dolci, uova, formaggi e salsicce alla griglia da mangiare sul posto. Molti i banchetti che vendono fiori recisi, tulipani per lo più: da grani mazzi ognuno può scegliere i suoi, farseli incartare e portarli via.

farmers'marketSe, come noi, arrivate a metà mattina e avete un certo languorino avrete solo l’imbarazzo della scelta. Noi ci siamo fiondati sui dolci dall’atmosfera francese di Votre Plaisir. Nelle foto più sotto vedete  il golosissimo bicchierino che ho assaggiato: biscotto croccante al cioccolato sul fondo, crema di nocciole e caramello. Una vera goduria! Non mancano neanche gli stand dove bere un buon caffè, noi ci siamo fermati da Brew Bar.

bicchierinodolce

A questo punto potete tranquillamente saltare tutte le più famose attrazioni turistiche che a quest’ora saranno strapiene e prendere la metropolitana per visitare una zona fuori dai comuni itinerari turistici. La fermata è l’impronunciabile Krizikova, uscite e dirigetevi verso est, vi troverete in un quartiere di casette colorate, negozietti e cafè.  Questa è la zona dove vorrei vivere se mi dovessi trasferire a Praga: il Karlin.  Da quartiere malfamato a quartiere trendy e hispter, passando per un’alluvione che ha praticamente distrutto tutto nel 2002.

karlinkarlin

Oggi è qui che ogni mese aprono nuovi bar, negozi e ristoranti e dove la tradizione convive con la modernità. Qui siamo venuti per andare da Tea Mountain, una sala da tè moderna e minimalista. Che novità eh, in una città piena di sale da tè…eppure questa è particolare perché, grazie all’amicizia con i propietari del vicino wine bar, il Veltlin, qui si può anche gustarsi un bicchiere di vino: sembra il locale perfetto per me e R. Purtroppo però quando siamo venuti il locale era chiuso, ma niente di tragico, pochi passi più giù e siamo entrati da Muj salek kavy (se qualcuno sa come si pronuncia è il benvenuto :). Un locale delizioso, con personale gentilissimo e cibo ottimo. Pare qui si beva uno dei migliori caffè di tutta Praga. Provare per credere! Noi tra una chiacchiera e l’altra ci siamo fermati per pranzo assaggiando dei piatti buonissimi. L’atmosfera è molto informale, una bellissima luce entra dalle vetrate e gli scaffali alle pareti sono pieni di libri da sfogliare.

MujsalekkavyMujsalekkavy_lunch

In tutt’altro quartiere è il Cafè Savoy che evoca le atmosfere della prima repubblica cecoslovacca: con i suoi lampadari e i soffitti riccamente decorati è il posto che fa per voi per un brunch, un pranzo o un merenda. Fatevi dare un tavolo vicino alle vetrate per godere della luce e non dimenticatevi di andare in bagno. Si, proprio in bagno. È proprio dal corridoio a cui si accede ai bagni, infatti, che si gode di una visuale privilegiata sul laboratorio di pasticceria. Sarei rimasta ore a guardare i pasticceri decorare le torte, lavorare alle impastatrici e sfornare dolci di tutti i tipi.

cafesavoy

Prima di cena c’è tempo per un po’ di shopping, ecco qui due chicche.  La prima è per tutti quelli che, come me, vanno in visibilio per cartoleria&co. In una piccola stradina che corre parallela alla Moldava nel cosiddetto quartiere nuovo, si trova Papelote, un negozio che vende quaderni, agende, carta da regalo, cartoline illustrate, stampe, astucci, porta iPad, ecc. Un vero paradiso di colori e materiali in cui perdere il conto del tempo!

papillote papillote2

Il secondo è Botanicus , un negozio che vende saponi, profumi, latti per il corpo, ma anche candele profumate stampe con motivi floreali e profumatori per l’ambiente. Il tutto frutto di coltivazioni biologiche, ricette della tradizione e ingredienti di qualità. Il negozio è stupendo anche solo per farci un giro: se volete rifugiarvi dalla bolgia dei turisti pendete la vietta sul fondo della piazza principale ed entrate in questo rifugio di pace e profumi. Ovviamente non ho saputo resistere e ho fatto scorta di saponette e candele, come resistere?
saponi2botanicus

Se a questo punto vi è venuta fame potete scegliere di rifugiarvi in una birreria tradizionale o gustare un ottimo hamburger. Noi abbiamo fatto entrambe le cose. La birreria tradizionale che abbiamo scelto è forse la più famosa della città: U Fleku, non tanto perchè sia la migliore, ma perché era molto comoda: praticamente dietro il nostro albergo. Seppur turistica abbiamo trovato anche gente del posto (sempre un ottimo segnale) e abbiamo mangiato e bevuto proprio bene. Entrate e sedetevi in uno dei tavoli o nel tavolone centrale da condividere con altre persone e aspettate che vi portino un boccale della birra scurissima che viene prodotta proprio qui. Da mangiare assaggiate il classico goulash e il pane alla birra con formaggio. Delizioso! Se invece volete mangiare un ottimo hamburger, il posto più famoso al momento è Dish {fine burger and bistro} . Il posto è piccolino e molto richiesto, quindi vi conviene prenotare soprattutto se decidete di venirci nel weekend. Scegliete dal menù uno dei numerosi hamburger e fatevi consigliare sulla birra da bere. Non rinunciate alle patatine, davvero ottime! (photo courtesy Dish)

dish8371744646_f6b2c2fe7d_b8371747586_95418051bf_b

Ed ora qualche immagine della Praga più classica, arrivederci a questa bellissima città.

24 ore a #Praga: dove mangiare, cosa vedere e qualche consiglio per lo shopping Condividi il Tweet

case patatine2 praga ponte pragaPraga

Continue Reading